Dalle vivaci medine di Marrakech alle strade ricche di storia di Fès, dalla fresca zona costiera di Essaouira ai pendii montuosi di Imlil, il Marocco ne ha per tutti i gusti. Segui questi sei semplici consigli per rendere il tuo viaggio in Marocco unico.

1. Non solo Marrakech

Per molti dei viaggiatori che arrivano in Marocco, la vivace Marrakech, la “città rossa” situata nella parte occidentale del paese, è la prima meta da esplorare. È facile lasciarsi ammaliare da una città con una tale offerta di cose da fare e vedere, dai vicoli caratteristici alle Tombe Saadiane, dal Palazzo El Bahia alla vivace Piazza Jamaa el Fna. Ma non dimenticare che il Marocco offre molto di più oltre a Marrakech. Dai Monti dell’Atlante alla straordinaria “perla blu”, la cittadina di Chefchaouen, questo paese sa regalare scorci e panorami davvero mozzafiato. Tieni a mente che il Marocco è un paese vasto e visitarlo in fretta è davvero un peccato: assicurati di avere abbastanza tempo per il tuo itinerario di viaggio.

2. Scopri le moschee e i minareti

Il Marocco è molto fiero della sua cultura e ne comprenderai il motivo quando ti troverai davanti alle moschee e ai minareti del paese. Tuttavia, le moschee accessibili ai visitatori non musulmani non sono molte. Non perdere una visita alla moschea di Hassan II a Casablanca, che vanta il minareto più grande del mondo, e non dimenticare di rispettare le tradizioni locali indossando abiti che coprano spalle e ginocchia. Questa regola è valida in tutto il Marocco, per cui osserva la gente del posto e segui il loro esempio. Scegli abiti di colore chiaro e non aderenti, ti aiuteranno anche a tollerare meglio il caldo sole nordafricano.

3. Forchetta e coltello? No, grazie

Cuscus, pastilla, tajin, rfissa… La cucina marocchina è tanto deliziosa quanto variegata. Per immergerti nell’atmosfera gastronomica del paese, metti da parte le posate e accompagna il cibo alla bocca con del buon pane tradizionale, mentre sorseggi un bicchiere di tè alla menta speziato. Se ti affascina il mondo culinario, iscriviti a una lezione di cucina privata, dove imparerai i segreti per ricreare i sapori del Marocco a casa tua.

4. Socializza con la gente del posto

Non tutti i marocchini conoscono bene l’inglese. Nelle città più grandi, molti degli abitanti parlano un po’ di inglese o francese, ma nelle zone più remote ascolterai perlopiù le due lingue ufficiali del Marocco: l’arabo e il berbero. L’arabo è la lingua più parlata, per cui imparare qualche termine chiave potrebbe esserti utile per facilitare la comunicazione. Prova a ricordare, ad esempio, la parola shukran (si pronuncia “sciu-cran”), che significa “grazie” in arabo.

5. Rispetta le norme e le tradizioni locali

Quando si visita il Marocco, è importante usare il buonsenso per non ficcarsi in guai legali (un suggerimento valido per ogni paese del mondo). Ma c’è una legge in particolare da tenere a mente: è considerato illegale insultare la famiglia reale. Comportati adeguadatamente e usa le buone maniere, o potresti ricevere una multa o, ancor peggio, finire in un alloggio non proprio ideale per una vacanza di piacere.

6. Mercanteggia con convinzione

Il Marocco è il paradiso dello shopping: i suk sono stracolmi di spezie variopinte, tappeti dai colori accesi e indumenti tradizionali meravigliosi, come le tuniche djellaba e le babbucce. Tornare da un viaggio in Marocco con una valigia piena di souvenir unici è inevitabile. Prima di iniziare con lo shopping, però, assicurati di saper contrattare. È una pratica accettabile e, anzi, ordinaria. Non c’è niente di male nel mercanteggiare il prezzo di un articolo, prima di acquistarlo. La cifra proposta dal commerciante è solo l’inizio: prova a negoziare un po’ per ottenere un prezzo migliore. L’importante è mantenere un tono amichevole.

Se hai intenzione di visitare il Marocco, tieni a mente questi sei consigli. Chissà? Potresti amarlo così tanto da volerci tornare una seconda volta!

Il tuo viaggio in Marocco

Comments

comments