Vivere in città e metropoli ci porta spesso ad adattarci a uno stile di vita frenetico, in cui cerchiamo di sfruttare al meglio ogni singolo minuto che abbiamo a disposizione. Tornare a vivere ad un ritmo più tranquillo (cosa che ci ha portato a fare l’epidemia da Coronavirus) può rappresentare una sfida difficile… ma ciò non significa che si tratti di un cambiamento negativo. 

In Italia esistono numerosi borghi e paesini in cui le antiche tradizioni si sono preservate ed il tempo sembra essersi fermato. Lì, gli abitanti non vivono uno stile di vita frenetico, ma, al contrario, assaporano il piacere del godere dei piccoli piaceri della vita di ogni giorno. In questo articolo ti presentiamo alcuni dei borghi più belli d’Italia, immersi nella natura e lontani dal trambusto delle grandi città. Lasciati trasportare dall’autenticità e dagli stili di vita semplici di questi luoghi e scopri cosa li rende unici al mondo.

Questo articolo è stato scritto per GetYourGuide da Romeing, il blog online in inglese più popolare a Roma (oltre che uno dei nostri blog di viaggio preferiti). Immergiti nella lettura e parti per un viaggio alla scoperta di alcuni borghi italiani senza tempo.

1. Civita di Bagnoregio

Landscape of Civita di Bagnoregio only few hours from Rome, people walking on the bridge to reach to top of the hill

Nel Lazio, a poche ore da Roma, sorge questo splendido borgo medievale, conosciuto come “la città che muore”. Abitata dagli Etruschi 2.500 anni fa, Civita di Bagnoregio conta ad oggi meno di 15 abitanti. Trattandosi di una città collinare che sorge su una roccia ricca di argilla, la sua area abitabile è in costante diminuzione a causa delle frequenti frane. Ciò, tuttavia, non impedisce agli abitanti e agli escursionisti di vivere e godersi questa incantevole perla.

Questo paesino ha preservato al meglio i suoi vicoli pittoreschi, le case in pietra e la cucina tradizionale antica, il cui fiore all’occhiello è senza dubbio la salumeria (in particolare prosciutto, salsiccia e porchetta). 

2. Assisi

The Basilica of St. Francis in Assisi and Umbria region, the bell tower and the basilica are made of white stone which contrats with the green gardens around.

Conosciuta anche come “il cuore verde d’Italia”, Assisi, in Umbria, si erge su uno dei paesaggi collinari più belli d’Italia. Famosa per essere stata il luogo natio di San Francesco, questa città ospita la famosa Basilica di San Francesco, la Basilica di Santa Chiara ed il Tempio di Minerva, risalente all’epoca romana. Da quasi tutti i suoi vicoletti è possibile ammirare un panorama mozzafiato sulla valle umbra.

Una peculiarità di Assisi è rappresentata dalle sue celebrazioni religiose, profondamente radicate nelle tradizioni del passato: a Natale e a Pasqua, le stradine del paese sono attraversate da processioni religiose che creano un’atmosfera d’altri tempi. Passeggia per i caratteristici vicoli, sali sul Monte Subasio e visita l’Eremo delle Carceri, il luogo in cui san Francesco d’Assisi e i suoi seguaci si ritiravano in preghiera. Infine, non perderti un assaggio delle migliori specialità umbre, dalla salsiccia ai vari tipi di tartufo. 

3. Pienza

Panoramic view Pienza in the valley in Val d'Orcia region. Many houses made of stones are dominating the valley of wine fields.

A metà strada tra Siena e Firenze, si trova Pienza, arroccata tra le colline della famosa Val d’Orcia. Lontano dal trambusto delle città, questa piccola cittadina toscana domina la valle grazie alla sua posizione strategica. La vista panoramica sulle colline toscane da questo borgo rinascimentale è già di per sé un ottimo motivo per visitarlo.

Inoltre, Pienza è famosa per la sua tradizione millenaria nella produzione di formaggi: il pecorino pientino è un formaggio di pecora rinomato in tutto il mondo, che incarna la storia millenaria della produzione casearia della Val d’Orcia. Il gusto richiama i sapori decisi dei prodotti tradizionali toscani, e rappresenta il perfetto mix dei colori della terra. Passeggia per la città e fermati presso i suoi numerosi caseifici e negozi di formaggio per assaggiare le varietà del pecorino in tutte le fasi di stagionatura. Abbina gli assaggi di formaggi con i vini della regione, il miele, le spezie e la pasta. Rilassati e lasciati conquistare dal panorama con un bicchiere di vino alla mano: ti trovi nel luogo perfetto in cui puoi semplicemente goderti “il dolce far niente.” 

4. Matera

Sassi di Matera village made directly inside the rock of the hill. A young lady is facing the hill looking at the white houses made from the stone.

È difficile credere che ci sia stato un momento nel passato in cui Matera non esisteva: è come se questa città fosse sempre esistita… ed infatti è proprio così. Questa splendida città della Basilicata è considerata la terza città più antica del mondo! Nominata “Capitale della Cultura europea” nel 2019, è famosa in tutto il mondo per i “Sassi di Matera”, due quartieri (Sasso Caveoso e Sasso Barisano) noti per le antiche dimore, abitate da migliaia e migliaia di anni (persino dagli uomini preistorici).

Percorri le scalinate e i vicoli della città, visita le sue chiese in pietra e immergiti nella magica atmosfera che regala questo insediamento storico. Infine, completa la tua visita in bellezza con un assaggio della cucina povera tradizionale, a base di ingredienti semplici che creano sapori corposi. Non andare via senza aver gustato il pane!

5. Sermoneta

The Ninfa gardens with an old stone bridge reflecting in the river. The trees are blooming in the "most romantic garden in the world".

Nel corso degli anni, abbiamo imparato a fare in modo che il tempo si adattasse ai nostri stili di vita. Oggi, qualsiasi negozio di alimentari locale ci fornisce lo stesso tipo di frutta e ortaggi durante tutto l’anno. 50 anni fa, però, la situazione era molto diversa: era la ciclicità delle stagioni a determinare ciò che finiva sui piatti delle nostre tavole. Riflettere su queste dinamiche ci aiuta a ricordarci quanto sia prezioso il lavoro svolto da Madre Natura e a riconnetterci con essa. Uno dei luoghi perfetti per immergersi completamente nella natura è Sermoneta, una pittoresca cittadina del Lazio, conosciuta in tutto il mondo per il Giardino di Ninfa, soprannominato “il giardino più romantico del mondo”.

Si tratta di un posto davvero incantevole, nel quale i tempi ed i ritmi della natura danno vita ad un’armonia perfetta di piante e fiori di ogni forma, dimensione e colore. Per evitare qualsiasi tipo di contaminazione dell’ecosistema, il giardino è aperto solo pochi fine settimana all’anno, quindi assicurati di organizzare la tua visita in anticipo! Con le sue 1.300 specie di piante, questo luogo è una meraviglia naturale unica nel suo genere. 

Ricevi la tua dose d'ispirazione direttamente per email. Iscriviti alla newsletter.

Comments

comments