Come dice un famoso proverbio: «se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto». Perciò, dato che al momento viaggiare e scoprire il mondo non è una possibilità per tutti, perché non portiamo il mondo direttamente sulla nostra tavola? Dalle rane in Francia, al formaggio colonizzato dalle larve in Sardegna, ciò che sembra strano in un paese è considerato, invece, una prelibatezza nell’altro.
Unisciti a noi in questo viaggio culinario virtuale e scopri cosa bolle in pentola in alcune delle tue destinazioni di viaggio preferite.

Questo articolo è stato scritto per GetYourGuide da uno dei nostri travel blogger preferiti: Check Out Sam. (Grazie, Sam!)

Francia: grenouilles (rane)

Coppia che passeggia lungo le variopinte stradine piene di verde della Francia meridionale

Forse hai già sentito parlare dell’amore dei francesi per le grenouilles: le rane. Molti sostengono che il loro sapore si confonda facilmente con quello del pollo.

A un certo punto, i francesi erano così ghiotti di rane che il governo dovette addirittura porre fine alla loro caccia, poiché non ne era rimasta quasi più nessuna. Fortunatamente, anche l’Indonesia e altri paesi asiatici si sono appassionati a queste prelibatezze, tanto da esportarle oggi anche in Europa.

Hai sempre voluto cucinare come i francesi? Assicurati di includere una lezione di cucina francese autentica al tuo prossimo itinerario. Non possiamo prometterti che troverai le rane nel menù, ma potrai assaggiare altre pietanze prelibate partecipando ad un tour gastronomico. 

Asia e America: zampe di gallina

Giovane donna che osserva diverse specialità presso un mercato asiatico, in particolare la padella calda di fronte a lei

La maggior parte delle persone preferisce gustare del tenero petto di pollo oppure una coscia, ma sapevi che in Asia, in America del Sud e Centrale, così come in Sudafrica, le zampe di gallina sono considerate una prelibatezza?

Questo piatto sembra avere lo stesso sapore del corpo del pollo, tuttavia la consistenza è del tutto diversa. Dopo avere scottato le zampe per circa 10-15 minuti, gli artigli vengono sottoposti ad un’ultima “pedicure” prima di essere preparate alla perfezione.

Visto che non c’è molta carne nelle zampe di gallina, queste ultime devono essere preparate in modo adeguato per acquistare sapore. In base al luogo in cui vengono mangiate, sembra che siano più gustose stufate, in padella o, forse, in una versione ancor più deliziosa: stufate in stile dim sum.

Il modo migliore per gustare questo piatto tipico è per strada o in uno dei numerosi ristoranti dim sum di Hong Kong. E, se questo cibo appetitoso non ti convince, puoi sempre provare qualche altra specialità dim sum!

Giappone: occhi di tonno

Piatto tondo di sushi, makis e rolls di salmone pronto per essere gustato da una donna che indossa una maglietta a righe e che utilizza le bacchette

Sappiamo già che la cucina giapponese si caratterizza per l’ampio utilizzo di pesce, eppure il sushi non è l’unico protagonista…

I grandi occhi di tonno sono considerati una prelibatezza in Giappone. Possono essere stufati, fritti, cotti al vapore o anche aggiunti a uno stufato di pesce. La maggior parte delle persone li assapora con un uovo sodo insieme a del calamaro. Una combinazione interessante, se vuoi la mia opinione!

Il modo migliore per assaggiare gli occhi oppure altre parti del tonno è passare una giornata al famoso Mercato ittico di Tsukiji a Tokyo. Se questo piatto non è di tuo gradimento, potrai almeno togliertene il gusto dalla bocca mangiando un delizioso piatto di sushi e bevendo del sakè.

Ecuador e Perù: cuy

Porcellino d'India arrosto: piatto tradizionale andino servito in Ecuador e Perù su una tavola  con pico de gallo come contorno

In Ecuador e in Perù, il porcellino d’India è un piatto tipico andino, un tempo riservato alla nobiltà. Viene arrostito e, spesso, servito con riso, patate e insalata. Sembra che abbia un sapore un po’ simile al coniglio (una specialità del Belgio, dove il sottoscritto vive e lavora) o, a volte, simile alla carne di maiale. 

Gli abitanti del Sud America hanno avuto tantissimi anni per allenarsi nella cottura di questa delizia e per renderla croccante: questo piatto veniva già mangiato 7.000 anni fa!

Sia in Perù che in Ecuador, puoi assaggiare le squisitezze tradizionali in uno dei tanti mercati. Forse, questo è anche un buon momento per sperimentare di persona il cuy. In fondo viaggiare significa espandere i propri orizzonti!

Sardegna: casu martzu

Formaggio casu martzu tipico della Sardegna con altre forme di formaggio al sole

Se ami i formaggi forti, ti basta restare in Italia: la Sardegna può vantarsi di molti formaggi deliziosi, ma il casu martzu è forse impareggiabile.
Letteralmente tradotto come “formaggio marcio”, questa varietà insolita è fatta con latte di pecora ed è colonizzata da larve di insetti vivi. Si dice che gli insetti conferiscano al formaggio una consistenza incredibilmente cremosa… anche se in realtà è illegale, e quindi non è in vendita. 

Questo significa (per fortuna?) che è improbabile che ti venga offerto. Tuttavia, nell’eventualità che ti trovi ad assaggiarlo, ricorda che non devi necessariamente mangiare la parte superficiale, dove si trovano le larve. Ponendo il formaggio in un sacchetto di carta, potrai eliminare le larve e, una volta che non udirai più il suono prodotto dagli insetti, sarà sicuro mangiare il formaggio.

Quanti di questi piatti a dir poco audaci hai assaporato durante i tuoi viaggi? Abbiamo dimenticato uno dei tuoi piatti preferiti?

Condividi la tua storia qui sotto o con Check Out Sam direttamente su Instagram o Facebook.

Comments

comments