Dopo aver trascorso molto tempo tra le mura di casa, iniziamo inevitabilmente a sentirci in gabbia e ad avere il bisogno di evadere. Esiste la cura perfetta per questo stato d’animo: una passeggiata nella natura. Trascorrere del tempo nel verde, infatti, è un balsamo per l’anima, e può fungere da antidoto perfetto per guarire dallo stress e alleviare le tensioni del momento. Per fare ciò, non è necessario fuggire su un’isola tropicale: vicino a noi troveremo sicuramente un posto in cui poter respirare aria pulita. Albert Einstein un tempo disse: “osserva la natura nel profondo e comprenderai meglio ogni cosa”. Ti invitiamo a seguire il suo consiglio e a scoprire 8 motivi per i quali un’escursione nella natura è il regalo migliore che puoi farti nel 2021.

Apporta benefici alla nostra salute (e a quella dell’economia)

Nell’ultimo periodo, alcuni ricercatori hanno tentato di dare un valore statistico al tempo che trascorriamo in mezzo alla natura. In particolare, la Griffith University, in Australia, ha calcolato una stima dell’impatto economico che hanno le aree protette sulla salute mentale delle persone: secondo le ricerche, essere a contatto con la natura fa risparmiare ben 6 trilioni di dollari all’anno in spese mediche in tutto il mondo. Che tu voglia fare kayak sull’isola di Fraser o un’escursione sui vulcani islandesi, ne trarrai sicuramente gran beneficio.

Non è costoso

Fare escursione in un parco naturale è senza dubbio un’attività a prova di budget: gli ingressi nella maggior parte dei parchi nazionali degli Stati Uniti, ad esempio, costa non più di qualche dollaro, ed un pass settimanale per visitare il famoso parco dello Yellowstone, costa circa 20 $ a persona. Osservare l’Old Faithful, invece, uno dei geyser più famosi al mondo, non ha prezzo. 

Ci fa vivere momenti unici

Che si tratti dei sentieri alpini della Slovenia o dei laghi delle foreste in Finlandia, i parchi nazionali hanno un fascino particolare. Ammettiamolo: nessun documentario può sostituire la sensazione che si prova quando si osserva la natura con in propri occhi. Ammirare montagne innevate, nuotare in acque cristalline e perdersi in una foresta rappresentano momenti di pura magia.

Ci permette di disconnetterci

Nel mondo di oggi, trovare un luogo sgombro da visitatori è come andare alla ricerca dell’oro. Un parco nazionale, però, potrebbe essere il luogo perfetto per tornare a respirare e ritrovare la pace dei sensi. Prendi ad esempio il Canada: i suoi 38 parchi nazionali coprono una superficie di ben 328.928 chilometri quadrati. Trascorrere del tempo in un parco non solo ti consente di evitare la folla, ma rappresenta anche un’opportunità per disconnettersi dalla tecnologia per un giorno. Dopotutto, ascoltare il cinguettio degli uccelli è sempre meglio che sentire il tuo smartphone squillare.

È un’occasione per far esplorare la natura ai bambini

La metodologia del “learning by doing”, ovvero “imparare attraverso il fare”, può essere molto efficace, già tra i banchi di scuola. Pensa a quanto questo approccio possa risultare utile quando si tratta di scoprire i processi naturali. D’altronde, non esiste modo migliore per imparare qualcosa sulla natura se non toccandola con mano in un parco naturale? Che sia osservare l’ecosistema di una riserva naturale, o scoprire di più sulla salvaguardia della flora e della fauna di un’isola, sarà proprio la natura a fare da insegnante. Oppure una guida turistica, se preferisci affidarti a dei professionisti. 

Ci regala emozioni forti

Pochi posti come i parchi nazionali della Nuova Zelanda. ci fanno battere il cuore… e non solo per i paesaggi mozzafiato. I neozelandesi si cimentano spesso in attività sportive estreme, come fare bungee jumping da un ponte oppure rafting nei fiumi, attraverso burroni cavernosi. Ovunque ti trovi nel mondo, i parchi nazionali offrono spesso opportunità per fare sport estremi e sentire una scarica di adrenalina. Nella tua prossima avventura, potresti, ad esempio, cimentarti in una corsa in mountain bike nella giungla in Thailandia oppure lanciarti in parapendio in Georgia.

È un’opportunità per approfondire la storia

Se ti capita di visitare il Parco Nazionale di Yellowstone, non solo avrai la fortuna di camminerai su un vulcano dormiente, ma esplorerai anche il luogo che i nativi americani hanno chiamato casa per ben 11.000 anni. I parchi nazionali, infatti, hanno alle loro spalle molta più storia di quanta ne immaginiamo. Basta osservare gli antichi disegni delle caverne di Mesa Verde: decisamente tutt’altro che graffiti appena fatti.

Ci permette di scoprire luoghi unici nel mondo

Adesso potremmo chiederci, come fare per raggiungere questi luoghi naturali magnifici? Beh, i parchi nazionali si trovano ovunque nel mondo. In Europa ci sono più di 400 aree protette. La vera domanda, allora, è: da dove cominciare? Ti diamo noi un consiglio: the Yorkshire Dale. Questo parco, recentemente premiato come miglior parco nazionale d’Europa, merita assolutamente una visita. Aggiungilo alla lista dei luoghi naturali da visitare in futuro!

Comments

comments